was successfully added to your cart.

Carrello

Sans-serif

Aa

Serif

Aa

Font size

+ -

Line height

+ -
Light
Dark
Sepia

È arrivato il momento di sostituire Ghoulam?

“Siamo stati a Napoli e mi ha detto che non si sente ancora pronto. Approfitterà dell’estate per recuperare pienamente in vista del prossimo campionato.”

Inizi di Giugno 2019, il c.t. dell’Algeria Djamel Belmadi prende un volo “direzione Napoli”, vuole convincere Ghoulam a partecipare alla Coppa d’Africa. Sarà un viaggio inutile: Faouzi rifiuta la convocazione.

Il calciatore, saggiamente, preferisce prepararsi al meglio per il prossimo campionato. Ad oggi però, quel rifiuto non ha cambiato le sue sorti. L’algerino è a tutti gli effetti un oggetto misterioso. Sono solo 5 le presenze in maglia azzurra, un magro bottino. Oggi, sui principali media la notizia che si è fermato ancora: roba da non crederci, aveva recuperato ieri da un guaio muscolare, ora ne è arrivato un altro. È la storia di un calvario infinito.                   

La domanda è: è arrivato il momento di sostituire Ghoulam?                                                                                                                                    

Si. Il Napoli, colpevole di non esser intervenuto prima, ha il dovere di sostituire un calciatore sul quale una squadra di rango non può più fare affidamento e deve farlo nel migliore dei modi a partire dalla prossima sessione di mercato. Ma con chi?

Gli 8 nomi per il post Ghoulam

  1. Il pupillo di ReCarlo: Juan Bernat. Rinato in terra francese, rappresenta un terzino di assoluto livello. I flirt mediatici avuti pubblicamente con Ancelotti, spingono a pensare che l’operazione si possa fare, anche alla luce di un contratto in scadenza nel 2021.
  2. L’habitué: Alex Grimaldo. In orbita Napoli da anni ormai, ha piedi da trequartista ma scarsa fisicità. Contratto con scadenza 2021, è pronto per il grande salto.
  3. L’usato sicuro: Emerson Palmieri. Esterno ancora giovane ma indubbiamente esperto. Profilo da Napoli, sia economicamente che tecnicamente.
  4. Il milanista: Theo Hernández. Qualche dubbio iniziale di natura fisica, ma il ragazzo si è ripreso e sta impressionando. Un treno.
  5. La scommessa: Aarón Martín. Già accostato al sodalizio azzurro, sarebbe una bella sfida da vincere. Tipico terzino iberico, bravo nel palleggio.
  6. Il Gasperiniano: Robin Gosens. Tanta corsa e senso del gol abbinati a discreta tecnica. Da valutare in un altro contesto di gioco.
  7. Il velocista: Jordan Amavi. Cartellino abbordabile grazie ad una scadenza di contratto ormai prossima (2021). Sarebbe una buona soluzione per l’out mancino.
  8. Il baby crack: Rayan Aït-Nouri. Operazione di immediata utilità e non in prospettiva come si potrebbe suppore data la giovane età del ragazzo che con l’Angers sta davvero stupendo.

Per onestà intellettuale, c’è da dire che il vero Ghoulam, ammirato nelle passate stagioni, resta di una spanna superiore rispetto ai nomi succitati.

Peccato, sia andata così. Un vero peccato.

N.b. abbiamo fatto nomi di calciatori “prendibili”. Mancano volutamente atleti come Ferland Mendy José Gayà Ben Chilwell – Marcos Alonso – Nicolás Tagliafico, perché evidentemente fuori portata per il club di Aurelio De Laurentiis.

Lascia un commento