was successfully added to your cart.

Carrello

Sans-serif

Aa

Serif

Aa

Font size

+ -

Line height

+ -
Light
Dark
Sepia

Dan Friedkin compra la Roma: 10 cose che non sai sul tycoon texano

Spesso i desideri, quelli rivolti agli astri alzando gli occhi al cielo, si realizzano. E’ il caso dei tifosi della Roma, stanchi della presidenza di James Pallotta e vogliosi di un futuro decisamente più roseo e ricco di successi.
Attraverso i propri canali ufficiali, l’A.S. Roma ha comunicato ai tifosi la trattativa con Dan Friedkin, magnate nato in California ma texano d’adozione.

Per il passaggio di consegna definitivo resta da limare ancora qualche dettaglio. Ad aver dato una sterzata nella trattativa, però, il rilancio di ieri di circa 780 milioni di euro.

Nel frattempo, ne siamo certi, vi starete chiedendo chi sia il riccone pronto a piombare in Serie A. Ve lo spieghiamo.

Le 10 cose che non sai su Dan Friedkin

  1. E’ laureato alla Georgetown University e ha conseguito un Master in Business Administration alla Rice University.
  2. Classe 1965, è a capo della compagnia The Friedkin Group, impero con oltre 5600 dipendenti e 12 società. Presidente e CEO della holding, le sue società si occupano di automobili, golf, spettacolo ed ospitalità. Il suo patrimonio, secondo l’ultima indagine di Forbes, è pari a 4.2 miliardi di dollari.
  3. E’ proprietario della “Gulf States Toyota”, società che ha l’esclusiva della distribuzione in cinque stati americani delle automobili della compagnia giapponese. La società fu fondata dal padre nel 1967. Nel 2018 la concessionaria ha venduto veicoli targati Toyota per 9 miliardi di dollari.
  4. Non solo auto, anche avventura. Friedkin ha investito parte del suo patrimonio per la costruzione della “Friedkin Conservation Fund”, ente che lavora nell’ambito dell’organizzazione di viaggi e safari di lusso in Africa.
  5. Negli ultimi anni il cinema è diventato una costante della sua vita. Ha fondato nel 2016 lo studio cinematografico indipendente “NEON”. Ha prodotto “The Square”, pellicola che ha vinto la Palma d’oro a Cannes nel 2017; è stato produttore anche di “All the Money in the World” e “The Mule”. E’ inoltre stato regista di “Lyrebird”.
  6. Passione aviazione. Ereditata, come la sua fortuna, dal papà Thomas. Dan Friedkin ha una licenza di pilota con cui può prendere parte alla formazione dei voli acrobatici dell’Air Force. Questo privilegio è consentito solo ad altri nove civili. Possiede, inoltre, la più grande collezione d’America di antichi aerei da guerra. Proprio questa passione lo porterà a fondare la Horseman Flight Team, l’Air Force Heritage Flight Foundation e la Friedkin Aviation.
  7. Un uomo così impegnato cos’altro potrà mai fare? Giocare a golf, ad esempio. E’ presidente fondatore di uno dei circoli di golf più esclusivi dell’intero globo, il Congaree in South Carolina: 2mila acri di laghi e foreste, da far invidia a qualsiasi altro golf club del mondo.
  8. Non solo calcio. Anche appassionato di basket. Solo qualche anno fa provò ad acquistare gli Houston Rockets, senza però riuscirvi. Figura, però, come partner commerciale della squadra.
  9. Attivista. Da molto prima che andasse di moda. Friedkin si è attivato per salvare 6 milioni di acri in Tanzania, donando ben 396 milioni di dollari. Proprio in quest’ottica lavora la Friedkin Foundation che supervisiona le attività benefiche della famiglia.
  10. Si è gettato a capofitto anche nel settore alberghiero. E’ proprietario della catena Auberge Resorts Collection con lussuosissimi hotel in Colorado, Messico, Fiji, Grecia, Svizzera, Nicaragua e Costa Rica.

Il tycoon texano fa sul serio. Roma è avvisata.

Lascia un commento