Sans-serif

Aa

Serif

Aa

Font size

+ -

Line height

+ -
Light
Dark
Sepia

Il punto Brillante: il weekend calcistico in pillole

Il punto Brillante: il weekend calcistico in pillole.
Ritorna la nostra rubrica satirica (ma mica tanto) che riassume in pillole i principali fatti sportivi del weekend. Andiamo a vedere cosa è capitato in giro per l’Italia e l’Europa.

In alta classifica

E’successo che la Juventus è campione di inverno. Decisivo il 2-1 contro gli amici della Roma nella classica partita di fine stagione. Nessun gol su rigore per i bianconeri.

E’ successo che l’Inter ha perso 2 punti contro l’Atalanta a S.Siro. Anzi no, ha guadagnato un punto grazie ad Handanovic, Rocchi e Irrati. E mettiamoci anche Rizzoli.

E’ successo che in tv sono 72 ore che si parla del rigore Lautaro Martinez-Toloi. Si è parlato ben 71 ore e 55 minuti in più rispetto alle polemiche per il post Orsato-Pjanic di due anni fa. 

E’ successo che la Lazio non appena arriva il minuto 85, segna e vince la partita. Questa volta il merito è tutto del colombiano Ospina, autore del gesto tecnico della settimana, il dribbling al capocannoniere Immobile.

E’ successo che il gol per la Lazio alla fine l’ha segnato Di Lorenzo, ma la Lega Calcio l’ha assegnato ad Immobile. Senza un motivo valido, se non quello di togliere il record a Higuain.

E’ successo che la Roma, come detto, ha prestato 3 punti alla Juve che molto probabilmente saranno restituiti a fine anno quando serviranno per andare in Champions e l’attenzione dei media sarà per l’Europeo 2020.

E’ successo che, in merito agli Europei, Zaniolo si è rotto il crociato e forse non li giocherà. Stessa cosa per il turco Demiral. E non c’è nessun nesso con il fatto che all’Olimpico si siano disputati due match a distanza di 24 ore. O forse si …

E’ successo che l’Atalanta è di nuovo quarta in classifica, nonostante dal dischetto i suoi attaccanti continuino a sbagliare. Nota di merito per mister Gasperini che contro la Juve si era lamentato per un episodio a favore e contro l’Inter si lamenta per un episodio contro. 

Nella terra di mezzo

E’ successo che perde per la terza volta di fila il Cagliari ma dietro il livello è così basso che i sardi riescono a chiudere il girone d’andata al sesto posto. Senza Pavoletti, Cragno e ultimamente anche Ceppitelli. 

E’ successo che il Parma sale in settima posizione dopo il 2-0 nel posticipo contro il Lecce. Sempre più protagonista Kulusevski che, secondo i dati aggiornati di Tuttosport, adesso vale 480 milioni, un centinaio meno di De Ligt.

E’ successo che il Torino vince la seconda gara di fila ed in due settimane è passato dal “mandiamo via Mazzarri” a “mandiamo via Verdi”. 

E’ successo che nella parte sinistra della classifica sale anche il Verona di Juric. L’allenatore esulta a fine gara contro il suo Genoa, mettendo da parte, finalmente, quella falsa diplomazia che oggi spopola in Italia.

E’ successo che anche il Milan si è portato nella parte sinistra della classifica. Ma Ibra è sempre più vecchio e menomale che non è venuto al Napoli, altrimenti Llorente si sarebbe demoralizzato.

Nella parte destra della classifica

E’ successo che finalmente il Napoli è primo in classifica, nonostante sia ultimo nella classifica parziale delle ultime 11 giornate. Peccato che il primato riguardi la parte destra della classifica.

E’ successo che, sempre in tema Napoli, mister Gattuso abbia fatto la prima sostituzione al minuto 86′. E che abbia messo la stessa formazione (o quasi) da quando ha preso il posto di Ancelotti. Squadra che (non) vince, (non) si cambia. Mah!

E’ successo che anche l’Udinese ha raggiunto il Napoli in classifica con il solo De Paul in squadra insieme a 10 calciatori normali. 

E’ successo che Iachini ha conquistato la prima vittoria con la Fiorentina, con la possibilità di bissare il successo sabato prossimo contro la Cenerentola delle ultime 11 giornate, il Napoli. 

E’ successo che Ranieri ha preso la Samp ultima e l’ha portata in un paio di mesi fuori dalla zona salvezza. E chi discute questo tecnico dopo quello che riuscì a fare con il Leicester, può soltanto seguire il Curling.

E’ successo che Quagliarella ha ricominciato a segnare. E l’ha fatto con un gol bruttino. Un gol che avrebbe fatto anche Callejon o Insigne che non segnano su azione dal 24 di agosto. Stiamo a fine gennaio ormai.

E’ successo che Lecce, Genoa, Brescia e Spal hanno perso ed hanno deciso, quindi, di giocarsi l’unico posto per la salvezza in un quadrangolare. A meno che non decida di iscriversi all’ultimo momento anche il Sassuolo, capace di segnare 30 gol, ma anche di subirne 34.

A Rogoredo

E’ successo che a Sky De Grandis e Caressa hanno raccontato che durante una puntata in diretta di Mondo Gol una decina di anni fa, fecero finta di litigare perchè uno dei due, lasciando la trasmissione in diretta, avrebbe fatto in tempo a giocare una semifinale di un torneo di calcetto amatoriale. E noi che credevamo che tutto quello che passa la tv sia reale. Si scherza naturalmente.

E’ successo che a Sky, Marocchi abbia augurato alla Juve di sfruttare la Serie A come un allenamento in vista della Champions. Poi arrivano le disdette degli utenti. E dei pirati.

Mentre in Europa

E’ successo che in Spagna la capolista Barcellona esoneri il suo allenatore Valverde, che in Supercoppa Sergio Ramos da infortunato segni il rigore decisivo contro l’Atletico, che in Germania il Lipsia capolista dia al Napoli capolista della parte destra della serie A il suo capitano e che in Inghilterra il Liverpool chiuda il girone d’andata con 18 vittorie e 1 pareggio. E pensare che ad ottobre i Reds persero 2-0 al S.Paolo contro la capolista della parte destra della classifica. Ad ottobre 2019 non 2009!

Poi c’è la Coppa!

E’ successo che oggi ritorni la Coppa Italia. Anzi l’entusiasmante Coppa Italia con le riserve di Napoli, Lazio, Inter, Fiorentina, Milan, Juventus e Parma che si giocheranno l’accesso ai quarti contro le riserve di Perugia, Cremonese, Cagliari, Atalanta, Spal, Udinese e Roma. W la Coppa Italia!

Se siete in cerca di ulteriore ironia calcistica e non solo rivolgersi a IL PUNTO Brillante.

1 Comment

  • Paolo
    14 Gennaio 2020 at 12:32

    Ma come si fa a scrivere che la Lega assegna il gol ad Immobile per cancellare il record di Higuain? E a che pro, cosa ci guadagnerebbe?
    E la Roma che “regala” 3 punti alla Juventus per poi vederseli restituire?
    Ma questa non è ironia, è delirio allo stato puro.
    E’ un peccato leggere fra tanti articoli ben fatti e che fotografano bene ciò che succede nel calcio, un tizio che porta le sue idee di complotti fra figc, arbitri e compagnia bella su questo sito.
    Se andate sulla sua pagina Facebook vedrete anche diversi tesi complottistiche sui sorteggi di coppa campioni, tutto perché il SUO Napoli ha pescato il Barcellona.

    Il resto è noioso come una soap opera, se non tira fuori complotti fantascientifici non è in grado di fare analisi interessanti e corrette.

Lascia un commento