was successfully added to your cart.

Carrello

Sans-serif

Aa

Serif

Aa

Font size

+ -

Line height

+ -
Light
Dark
Sepia

Un nuovo anno di Formula1 sta per iniziare

Manca meno di una settimana all’inizio della carrellata di presentazioni delle livree delle monoposto di Formula1 2020. Ci stiamo sempre più avvicinando alla dead-line. Il rimbombante silenzio che ha campeggiato in questi 40 giorni sta per essere spazzato via da un ben più rumoroso ritorno in scena del circus.

È tempo di presentazioni

Come di consueto, sarà il team di Maranello ad aprire le danze l’11 Febbraio con la presentazione della propria monoposto al teatro Valli di Reggio Emilia. Una scelta non casuale, proprio perché in questo luogo è nato il tricolore (1797), successivamente adottato come bandiera rappresentativa dell’Italia nel 1861. L’obiettivo è sempre il solito: vincere. E sebbene quest’anno la concorrenza pare spietata, l’anno di rodaggio targato Binotto dovrebbe essere stato propedeutico ad una maggior concretezza, tutta da verificarsi quest’anno. 

Il 12 Febbraio tocca invece alla RedBull. Il team austriaco ha dichiarato più volte, tramite Helmut Marko, la sua fiducia nella propria monoposto, la RB16. Secondo Marko, i nuovi traguardi ingegneristici messi appunto dal team austriaco sono riusciti a tirare sù una  monoposto che sbaraglierà la concorrenza. In questo trambusto di euforia ed eccitamento si inseriscono le prime parole ai media di Max Verstappen di ritorno da un meritato riposo.

Un nuovo anno di Formula1 sta per iniziare

“Lewis Hamilton non è un Dio. Magari Dio è con lui, ma lui non è Dio. Posso batterlo”

L’olandese pare essere tornato più carico che mai. Pronto a dare battaglia facendo affidamento anche sulla sua nuova monoposto, che si spera possa ridurre il gap con la Mercedes anche solo di un paio di decimi. In fondo è tutto quello che Max chiede.

La fallibilità di Hamilton

Un nuovo anno di Formula1 sta per iniziare

Fernando Alonso, ex-pilota Renault/Ferrari/McLaren, non ha perso l’occasione di dire la sua prima dell’inizio del circus; e accodandosi alle parole di Verstappen, lo spagnolo ha ribadito l’idea della fallibilità di Hamilton.  

“Nessuno sfrutta le debolezze di Hamilton […] Se studiate le stagioni di Lewis, c’è sempre un denominatore comune: inizia la stagione lentamente e nessuno riesce a trarne beneficio”

Per l’ex pilota Formula1 si prospetta ancora un anno di stop visto che nessuna scuderia è stata intenzionata a metterlo sotto contratto, forse nel 2021? La Williams forse potrebbe dirsi interessata, ma sarà da monitorare il nuovo motore Mercedes e l’andamento della monoposto al fine di non svalutare ulteriormente quella che è una scuderia già fallita in partenza.

La voce dei padroni

In questa schiera di dichiarazioni di guerra il team tedesco però giace in dormi-veglia. Il team Mercedes presenterà al pubblico la propria monoposto il 14 Febbraio, ma sul resto si sa ben poco. Lewis Hamilton e Valtteri Bottas non sono ancora tornati in circolazione e neanche i rumors hanno destato l’attenzione del britannico campione del mondo. Chissà cosa Toto Wolff regalerà ai suoi piloti quest’anno.

Tra conferme e speranzose promesse, le altre scuderie stanno tessendo la tela di una districata manovra di marketing a basso profilo. Come con il team Mercedes, si sa ben poco se non le date di presentazione.

Il rombo dei motori sta tornando, un nuovo anno di Formula1 sta per iniziare.

Un nuovo anno di Formula1 sta per iniziare

Lascia un commento