was successfully added to your cart.

Carrello

Sans-serif

Aa

Serif

Aa

Font size

+ -

Line height

+ -
Light
Dark
Sepia

Bologna-Juventus: le pagelle Brillanti

Per tutti quelli che dopo il rigore assegnato alla Juve, hanno cambiato canale, disdetto l’abbonamento a Sky e inviato curriculum in Inghilterra per andar via dall’Italia ecco le “Pagelle Brillanti”, per raccontarvi quello che è successo fino alla fine durante il “nuovo” inizio.

BOLOGNA

SKORUPSKI 6

Nulla può sul rigore e sul grande gol di Dybala. Bella la parata su Bernardeschi ma il Bologna non avrebbe segnato nemmeno giocando fino a Ferragosto.

TOMIYASU 7

Limita Ronaldo senza travestirsi da ninja o samurai. Sorprende però la sua esclamazione in giapponese sul rigore assegnato nel silenzio dello stadio: “Chisturoki cartacunusciuta”.

DANILO 6

Partita senza grosse sbavature. Si vocifera che Rocchi quando ha espulso Danilo, abbia dichiarato in cuffia: “Ho sbagliato Danilo, pensavo fosse quello del Bologna”.

DENSWIL 4,5

Goffo sul rigore anche se a parti invertite non sarebbe mai stato fischiato. Fa peggio sul raddoppio, quando per paura del contagio, senza mascherina, si tiene a 2 metri di distanza da Dybala.

DIJKS 5,5

Torna in campo dopo mezzo secolo ed è più arrugginito della catena di una bicicletta lasciata per strada durante un temporale. Ha una percentuale sui cross riusciti di 1 su 125 tentati.

MEDEL 6,5

Con i suoi piedi potrebbe fare tutti gli sport del mondo, tranne che il calcio. Però “pitbull” è così aggressivo che potrebbe giocare fino a 55 anni. Quantità 100, qualità zero.

SVANBERG 5,5

Appena vede la porta e carica il tiro, decine di gabbiani iniziano a scappare per paura di essere colpiti. Anonimo come Ronaldo nella lotteria dei rigori nella finale di Coppa Italia.

ORSOLINI 5

Contro la “sua” Juve prova ad impegnarsi ma è così emozionato che sembra un diciottenne alle prese con una Milf. Se questa era la partita per dimostrare di poter tornare alla Juve, andrà in prestito fino al 2035.

SORIANO 5,5

Mihajlovic chiedeva a lui imprevedibilità dietro le punte ma lui sembra mio nonno quando si addormentava con le carte in mano durante lo scopone mostrando a tutti quello che aveva in mano.

SANSONE 5

Qualche anno fa al Sassuolo aveva fatto piangere la Juve, stavolta fa piangere il suo allenatore. Fumoso come l’ufficio di Zeman dopo 4 ore di riunione tecnica.

BARROW 6,5

Ci prova da solo e nonostante sia accerchiato da Bonucci e De Ligt, riesce a guadagnarsi un rigore più limpido del tramonto a Santorini. Secondo indiscrezioni, in Gambia, suo paese d’origine, abbiano urlato: “Rocchi peggio di Salvini”.

PALACIO 6

Entra e dà vivacità all’attacco bolognese. Ed il fatto che abbia 40 anni quasi, ti fa venire il dubbio che anche Di Vaio e Beppe Signori potrebbero giocare ancora. 

DOMINGUEZ 6

Prende la sufficienza solo perchè riesce a distinguersi per la sua capigliatura. Sfera Ebbasta fatti da parte.

POLI 6

Prende la sufficienza solo perchè un mio amico lo tiene al Fantacalcio.

CANGIANO 6,5

Nato a Napoli, cresciuto nelle giovanili della Roma, lanciato dal Bologna: farà una grande carriera. Ma per non correre rischi, la Juve lo prende a calci.

JUWARA 6,5

Costringe Rocchi ad espellere Danilo controvoglia. E’ un 2001 e promette bene, ma usa il destro solo per scendere dal letto. Forse.

MIHAJLOVIC 8

Sinisa merita sempre un voto alto a prescindere se indovina la formazione, i cambi o se la sua squadra porta a casa punti. Perchè Sinisa è un guerriero ed a noi emoziona già vederlo in panchina.

JUVENTUS

SZCZESNY 6

Gioca con la tachicardia di Sarri nei primi minuti quando si mette a giocare a botta e risposta con De Ligt nell’area piccola. Poi deve prendersi 85 caffè, uno al minuto, per non addormentarsi.

CUADRADO 6,5

Non ha bisogno di tuffarsi contro questo Bologna per poter dominare la sua fascia. Ottimo nelle diagonali e nel palleggio.

BONUCCI 7

Contro la squadra con cui riuscì a battere il record di giornate consecutive in diffida senza essere ammonito e quindi squalificato, gioca una grande partita salvando alcune situazioni pericolose.

DE LIGT 7

Bello il suo auto-pallonetto per prendere per il culo Szczesny. Si guadagna un rigore senza sapere nemmeno lui come, al punto da urlare, nel silenzio del Dall’Ara, in fiammingo stretto: “Quesen rigoren è un regalonen”. E’ uno scioglilingua, lo so.

DE SCIGLIO 5

Crossa peggio di Candreva, non gioca mai ma quando gioca si infortuna. Prima di infortunarsi fa una mossa di karate nella sua area causando un rigore non dato per strani motivi. E nonostante ciò, il Psg ogni settimana offre sempre di più per portarlo a Parigi. Stiamo quasi a 70 milioni.

BENTANCUR 6

Il punto è sempre lo stesso: se vali 74 milioni non puoi fare il compitino. E’ come se un ingegnere aerospaziale si mettesse a guardare le soluzioni a fine pagina dei cruciverba. 

PJANIC 5

Dopo aver sprecato tutte le energie psicofisiche nel litigio contro Sarri, non sembra, giustamente, in formissima. Prova anche su punizione ma colpisce la barriera con la stessa forza con cui colpì Rafinha.

RABIOT 5,5

Dopo la sua accelerata ad inizio partita che ha tagliato in due la mediana rossoblu, ho controllato sul telecomando MySky di non aver involontariamente premuto sul tasto “forward”, quello che manda veloce in avanti le immagini video.

BERNARDESCHI 7

Inizia protestando come suo solito, poi però, nonostante un look che è sempre più un mix tra Beckham ed Enzo Paolo Turchi, spacca la partita con un tacco magico per il raddoppio ed un palo su un grandissimo tiro a giro.

DYBALA 7,5

Mezzo voto in più per il rigore sbagliato mercoledì contro il Napoli, si conferma uno dei più in forma della Juve. Quasi Messi segna un gol da antologia con un tiro a giro quasi alla Messi.

RONALDO 5

31 milioni netti l’anno, 60 lordi e non segna su punizione nemmeno con 74 tentativi a disposizione. Sembra davvero a fine carriera, sarà per il tiro debole e centrale dei primi minuti, sarà per la punizione stile rugby o “fuoricampo” baseball a fine primo tempo, sarà per i gol che si mangia nella ripresa ma senza rigori oggi è meno decisivo di Zaza.

DANILO 4

Se viene impiegato a sinistra perchè mancano Alex Sandro, De Sciglio e Chiellini, l’unica cosa che devi fare è limitarti nei falli. Invece viene prima (non) espulso per un’entrata killer in mezzo al campo e poi nuovamente espulso per un fallo sciocco ma netto su Juwara. 

RAMSEY 6

Ha segnato mercoledì, su rigore e sta morendo Zanardi, è morto Mario Corso e Pierino Prati. Quindi meglio che non abbia segnato.

MATUIDI 6

Entra e non segna. Avrebbe sicuramente festeggiato inginocchiandosi ed alzando il pugno.

DOUGLAS COSTA 6

Entra e non si infortuna. E già questa è una notizia. A meno che non si sia stirato sotto la doccia.

SARRI 6

Non sappiamo se la formazione l’abbia fatta Ronaldo o Dybala e se contro Pjanic le abbia prese o le abbia date. Però la sua Juve è ancora prima in classifica grazie al suo gioco spettacolare e la sua capacità di far ruotare tutta la rosa a disposizione. Bisognerebbe chiedergli se il rigore è stato dato per le maglie a strisce, ma non vogliamo metterlo in difficoltà.

Per altra ironia calcistica visitare Il Punto Brillante.

Lascia un commento