was successfully added to your cart.

Carrello

Sans-serif

Aa

Serif

Aa

Font size

+ -

Line height

+ -
Light
Dark
Sepia

Champions League, mica semplice calcio d’agosto

Champions League – Lo chiamavano ‘calcio d’agosto’. Almeno fino all’anno scorso, però. Quest’anno tutto è cambiato. Il motivo? La pandemia dilagante da Covid-19, che ha scombussolato i piani economico-sociali di tutto il globo. Per ovvie ragioni, è stato intralciato anche il mondo del calcio. ‘Chissene… abbiamo altro a cui pensare’, dirà qualcuno. Ma non tutti la pensano così. La ripresa graduale, con le dovute restrizioni, del calcio giocato ha portato, nelle case degli italiani, distrazione rispetto al disastro che pervadeva le nostre terre. Un motivo per sorridere, per aggregarsi (ad almeno un metro di distanza, ovviamente), per gioire in compagnia della famiglia: per molti, questo ha significato la ripresa del campionato. Ma finiamola con la retorica: è tempo di analizzare il calcio estivo, quello che si giocherà sotto il sole cocente di agosto.

Un tempo, così come abbiamo iniziato la nostra analisi di oggi, con l’espressione ‘calcio di agosto’ si tendeva ad identificare una determinata partita di preparazione alla stagione successiva. Un’amichevole, per intenderci meglio. Quest’anno, la musica cambia. Decisamente. Il ‘calcio d’agosto’ diventa ‘Champions League’. Perché è fondamentale, per il prosieguo della stagione europea, riprendere da dove ci si è fermati.

Già nei primi giorni di marzo si vociferava di una Champions League ‘summer edition’. Un’idea, quella della UEFA, per rispondere al nuovo ‘Mondiale per Club’ al quale la FIFA darà il via a partire dal 2021. E poi, non dimentichiamo che in queste settimane, in tempi normali, si sarebbero giocati gli Europei.

Serve calcio, questo il diktat. Perché non approfittarne per completare la stagione di Champions League, assegnare il titolo ed i relativi premi? E, allora, che Final Eight in Portogallo sia: fissate date ed orari delle prossime partite del torneo.

Champions League, ottavi di finale

  • Venerdì 7 agosto 2020, ore 21: Juventus-Lione (andata 0-1)
  • Venerdì 7 agosto 2020, ore 21: Manchester City-Real Madrid (andata 2-1)
  • Sabato 8 agosto 2020, ore 21: Bayern Monaco-Chelsea (andata 3-0)
  • Sabato 8 agosto 2020, ore 21: Barcellona-Napoli (andata 1-1)

Il quadro dei quarti di finale

  • Mercoledì 12 agosto, ore 21: Atalanta-Paris Saint-Germain
  •  Giovedì 13 agosto, ore 21: Lipsia-Atletico Madrid
  • Venerdì 14 agosto, ore 21: Barcellona/Napoli vs Bayern/Chelsea
  • Sabato 15 agosto, ore 21: Manchester City/Real vs Juventus/Lione

Questo il quadro completo di quello che ci aspetterà, almeno da qui al prossimo mese circa. E poi, cosa succederà? La competizione continuerà sotto gli auspici degli dei, sperando che tutto ritorni, gradualmente, verso la normalità tanto agognata.

La Champions League rischia di diventare un semplice torneo estivo? Quanta voglia avranno i calciatori di vincere il trofeo? Le motivazioni, visti i tempi che corrono, sono quelle giuste? La redazione di Amon, maestra nelle premonizioni, ha interrogato i piani alti dell’Olimpo. La competizione non sarà snaturata, almeno per le italiane. L’occasione per Napoli, Juventus ed Atalanta è davvero troppo ghiotta. Il ‘rischio’ di trovarsi di fronte squadre con blasone maggiore e con meno fame di vittoria c’è ed è concreto. Perché non approfittarne? Gattuso, Sarri e Gasperini lo sanno bene: sulla loro strada ci saranno, rispettivamente, Barcellona, Lione e Paris Saint-Germain.

A tutto questo c’è un ‘però’. I tifosi dovranno dire ‘addio’, di conseguenza, ai match che tanto attendevano nelle lunghe e noiose pause estive. Le amichevoli di lusso, stavolta, avranno un sapore completamente diverso. Sarà un’estate bollente. Il solito ‘calcio d’agosto’ non ci sarà. Sarà un ‘Euroagosto’.

Lascia un commento