Sans-serif

Aa

Serif

Aa

Font size

+ -

Line height

+ -
Light
Dark
Sepia

Strategie “Brillanti” per affrontare il Fantacalcio

Ci siamo! Inutile nasconderlo, l’asta del Fantacalcio è il momento più emozionante dell’anno. Due notti senza dormire, quella pre-asta che sarebbe una notte prima degli esami con un’analisi approfondita di titolari, rigoristi, panchinari e probabili sorprese in ogni squadra e quella che finisce all’alba perchè un’asta non inizia prima delle 22 e non finisce prima delle 4.

Ma andiamo a vedere quest’anno come bisogna prepararsi alla “notte dell’asta” e soprattutto quale strategia bisogna adottare.

Tutto sul portiere

Chi gioca al Fantacalcio sa bene che avere un portiere forte è una delle chiavi vincenti, visto che esiste l’imbattibilità che vale +1 ma soprattutto perchè per ogni gol subito si prende 1 punto di penalità. Di conseguenza, potrebbe succedere che alcuni fantallenatori possano arrivare quasi alle mani per garantirsi a suon di milioni le prestazioni di Handanovic e Szczesny, che, squadre alla mano, dovrebbero giocarsi lo scudetto e quindi con buone probabilità di avere la difesa meno battuta. Solitamente chi spende tanto per il portiere, poi in difesa acquista solo scartine per paura di arrivare a centrocampo ed in attacco con meno soldi in tasca di De Laurentiis nel mercato di gennaio.

Concorrenza in porta

Una buona fetta di fantallenatori, invece, decide di prendere due portieri di media classifica per poterli alternare durante il campionato. E’ fondamentale in questo caso avere stampato nella mente la griglia che ti permette di sapere quante volte due squadre giocano in casa nello stesso turno. Prendiamo l’esempio di Genoa e Sampdoria: ogni settimana una delle due squadre gioca in casa e di conseguenza prendere Perin ed Audero ti permette di avere sempre un portiere che gioca in casa e quindi, si presume, che abbia più possibilità a lasciare la porta inviolata. Altro elemento importante è quello di puntare su un portiere bravo a parare i rigori e/o prendere voti buoni, come ad esempio Sepe del Parma, Sirigu del Torino o anche Musso dell’Udinese, recordman di clean sheet lo scorso anno. Da evitare Pau Lopez della Roma ed il portiere del Napoli visto che ad oggi non è ancora chiaro se possa giocare Meret oppure Ospina. Una scommessa potrebbe essere il ritrovato Cragno oppure Silvestri del Verona.

Bunker difensivo

Esiste poi una categoria di fantallenatori, non molto preparato in matematica ed economia, che spende gran parte del proprio budget sui difensori. Diciamolo subito: non vinceranno mai il Fantacalcio. A meno che non si riesca a portare a casa quei difensori capaci di segnare 7-8 gol in un campionato come possono essere Theo Hernandez, Hakimi, De Ligt e Gosens. Oppure bisogna scommettere su potenziali difensori goleador come Glik, Milenkovic, Di Lorenzo, Criscito, Faraoni o Mancini. Se si vuole puntare sulle certezze, allora con De Vrij, Pezzella, Acerbi e Romagnoli, difficilmente si va sotto la sufficienza. 

I tirchi

Ci sono poi quelli che prendono tutti difensori al costo di 1 fantamilioni, perchè vogliono conservare i soldi per Cristiano Ronaldo. Costi quel che costi. Anche in questo caso, tranne rarissimi casi, possiamo dire che chi adotta questa strategia non vincerà il Fantacalcio. Anzi, corre il rischio, in caso di flop o infortunio del proprio bomber, di lottare per le ultimissime posizioni. In ogni caso, se si vuole puntare su difensori sconosciuti, i nomi possono essere Tomyasu, Mario Rui, Maggio, Biraschi, Iacoponi, Nuytnick, Erlic, Bereszynski, Kyriakopoulos e Lykogiannis. Insomma, non aspettatevi bonus in difesa.

Le gare si vincono a centrocampo

Così come sostengono molti allenatori, le partite e quindi gli scudetti al Fantacalcio, si vincono con un ottimo centrocampo. Indovinare 4 centrocampisti prolifici, magari con l’aiuto di rigori e punizioni, significa lottare per i primi 3 posti sicuramente. E’ chiaro, devi avere anche tanta fortuna, oltre ad un pizzico di intuito per capire che questo è l’anno giusto di Chiesa e non di assistman Luis Alberto. Devi sperare che Papu Gomez non ripeta le ultime deludenti stagioni sul piano realizzativo e magari Calhanoglu e De Paul confermino i numeri dello scorso anno. Andrebbe bene anche un centrocampo formato da Zielinski, Mkytharian, Kulusevski e Soriano, a patto che nessuno dei quattro citati faccia meno di 8 gol. LE sorprese possono essere Barella, Amrabat, Viola e Linetty. Ma occhio a Malinovs’kyj, che potrebbe esplodere definitivamente.

Il bomberone

Eccoci arrivati all’attacco. Soliti dubbi: punto tutto su Ronaldo o Lukaku o Immobile, oppure formo una coppia esplosiva con Zapata e Oshimen? O addirittura me la gioco con un tridente da doppia cifra come Barrow, Rebic e Belotti? La “verità” sta sempre nel mezzo e quindi l’ideale sarebbe puntare su un bomber da 20 reti (occhio a Dybala quest’anno), affiancandoci uno da 15 (il ritorno di Quagliarella, la conferma di Mertens o l’onnipotente Ibra) e una sorpresa da 10 gol come potrebbero essere Lasagna, Berardi e Simeone.

Tutte le squadre

Infine ci sono i fantallenatori che se acquistano Bonucci poi non fanno l’asta per Chiellini perchè due della stessa squadra, soprattutto se nello stesso ruolo, non è una mossa azzeccata se si considera il largo turnover che le squadre fanno se sono impegnate nelle coppe. Ancor di più in questo primo campionato post Covid, dove l’incognita positività, l’isolamento, il rinvio di alcune partite sono sempre dietro l’angolo. Cerchiamo, quindi di costruire, giusto per divertirci un pò anche noi, una rosa che possa includere almeno 1 calciatore di ogni squadra di serie A.

In porta Sepe del Parma e Skorupski del Bologna che si alternano spesso casa-fuori.

In difesa tre big come Acerbi della Lazio, Pezzella della Fiorentina e Hakimi dell’Inter e tre buone alternative come Bereszinski della Samp, Kumbulla del Verona e N’Koulou del Torino.

A centrocampo puntiamo sui gol di Mkhytarian della Roma, De Paul dell’Udinese e Gomez dell’Atalanta. Con le sorprese Benali del Crotone, Viola del Benevento e Bennacer del Milan.  

In attacco in panchina ci portiamo Pinamonti del Genoa, Joao Pedro del Cagliari e Galabinov dello Spezia. Con un tridente formato da Berardi del Sassuolo, Dybala della Juve e Osimhen del Napoli.

Sì Osimhen. Perchè ci siamo dimenticati di elencare l’ultima categoria di fantallenatori, ovvero quella del tifoso che sogna di vincere Fantacalcio e Scudetto acquistando il suo bomber dei sogni.

Lascia un commento