was successfully added to your cart.

Carrello

Sans-serif

Aa

Serif

Aa

Font size

+ -

Line height

+ -
Light
Dark
Sepia

Diletta Leotta: molto più che apparenza

Seguendo il calcio e il giornalismo che lo analizza, sono giunto alla conclusione che siano entrambe forme d’arte. Il calcio è rimasto rincorrere un pallone solo nella testa di chi non lo conosce o di chi lo disprezza a priori. Il suo racconto è stata una voce suadente che continua ad accompagnare miliardi di tifosi. Ogni giornalista interpreta la missione a modo suo e i più in vista fanno scuola, diventando dei punti di riferimenti per migliaia di giovani professionisti. Una delle figure più in vista degli ultimi anni è Diletta Leotta.

Diletta Leotta 105

Diletta Leotta: una carriera completa

La sua carriera come giornalista è stata ricca di esperienze e come molti colleghi è partita dalla Tv locale, si è fatta notare ed è riuscita a diventare una delle professioniste più attive del settore. La sua grande occasione è stata Sky Serie B. Dopo l’anno trascorso sul campionato cadetto, ha ricevuto incarichi sempre più importanti, come la co-conduzione dello speciale di Sky sugli europei del 2016, insieme ad Ilaria D’Amico. Dopodiché, la sua carriera ha preso il volo. Uno dei principali attori della televisione sportiva, DAZN, l’ha scelta come uno dei volti italiani per il suo ingresso nel mercato nostrano. Dimostrando lungimiranza, le ha affidato non solo la conduzione di varie dirette, ma anche un suo programma, Linea Diletta, nella quale ha intervistato alcune delle figure più importanti della storia del calcio, come Maldini, Mourinho e alcuni dei giocatori più significativi ancora in attività, come Nicolò Barella e Fabio Quagliarella.

La sua fama e professionalità l’hanno portata anche su palcoscenici extra-calcio, con la conduzione della finale di Miss Italia nel 2018 e due serate al fianco di Amadeus sul palco di Sanremo nell’edizione del 2020. Inoltre, da diverso tempo è conduttrice radiofonica presso radio 105.

Diletta Leotta: c’è più di ciò che appare

Ma qual è il segreto del  successo di Diletta Leotta? Come interpretare la sua crescente presenza sui media?

Una donna che fa carriera, soprattutto se bella, fa sempre discutere, con insinuazioni di ogni tipo che strisciano sotto le rocce. Siamo un paese in costruzione anche sotto il profilo della considerazione femminile, soprattutto quando si parla dell’ambito comunicativo. Non è malizia, semplicemente uno di quei pessimi automatismi che abbiamo in testa. Quindi la discussione sul suo conto prende sempre pieghe superficiali e raramente si concentra sul suo lavoro.

Diletta Leotta DAZN

Una donna per il cambiamento?

La verità è che si può arrivare fino ad un certo punto con la bella presenza. C’è un livello nel mondo del giornalismo che richiede competenza e una certa qual capacità innata di creare una connessione con il pubblico. Diletta Leotta è una professionista a tutto tondo. Si occupa di TV, radio, realizza interviste documentario, fa pubblicità e dimostra anche passione per il mondo del calcio, qualità obbligatoria per una carriera nell’ambiente. Abbracciare più formati fa di lei una giornalista moderna. Il suo modo di fare, sorridente, calma e professionale le hanno permesso di trovarsi difronte leggende dello sport senza battere ciglio. Riesce a mettere a proprio agio le persone che intervista e in fase di conduzione trasmette naturalezza.

Non tutte le giornaliste ed aspiranti tali la vedono come un punto di riferimento, è vero, ma è sicuro che il suo ruolo di spicco aiuterà una sempre crescente inclusione della figura femminile nel mondo della comunicazione sportiva, e non solo per un fattore estetico, ma per la competenza che le donne possono offrire.

Lascia un commento